Campionati italiani di ciclocross in Puglia, vince Marco Aurelio Fontana

Condividi
Di Leonardo Cassone

Di Leonardo Cassone

Una gara senza storia. Ancora una volta Marco Aurelio Fontana, già più volte campione, si è riconfermato al gradino più alto del ciclocross italiano, sbaragliando tutti i concorrenti e vincendo il campionato italiano, categoria “Elite”, che si è svolto a Pezze di Greco sabato e domenica scorsi.

Fontana, medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Londra 2012 e bronzo agli Europei e ai mondiali del 2014, ha preso la testa della corsa dopo soli due giri e mezzo, scremando le fila degli inseguitori e riducendoli solo a due, Daniele Braidot e Bryan Falaschi.

Il primo ha poi avuto un problema meccanico, mentre il secondo non ha retto il ritmo sostenuto del campione in fuga, che così è volato verso il titolo italiano, il suo terzo consecutivo su otto in totale. Le premesse sono delle migliori in vista dei Mondiali di Tabor che si svolgeranno il 31 gennaio e il 1° febbraio prossimi.

A completare il podio l’argento di Bryan Falaschi e il bronzo di Luca Braidot. Nella categoria Under 23 invece la vittoria è andata a sorpresa a Nadir Colledani. La due giorni di campionato ha visto sfidarsi ben 650 atleti tra categorie agonistiche, amatoriali e giovanili, per un totale di 12 gare e 24 titoli in palio.

Una gara graziata dal clima primaverile, e svoltasi nella suggestiva cornice, tra gli ulivi secolari, dello stadio “Sergio Ancona”. La manifestazione, che torna in Puglia per la seconda volta, dopo Lecce nel 2006, è stata organizzata dalla Asd “A. Narducci – Team Edil Luigi Cofano” e da una delle punte di diamante dell’orgoglio locale, il campione di ciclocross Vito Di Tano. I complimenti sono giunti anche dal presidente della Federazione Ciclistica Italiana Renato Di Rocco, dalla medaglia d’oro olimpica di pugilato Nino Benvenuti, dal ct della nazionale italiana dei professionisti Davide Cassani, e da vecchie glorie come Francesco Moser e Leonardo Piepoli.

Dino Cassone