Un appello per la legalità

Ricordate il romanzo “Lorodipuglia” e i suoi personaggi della Masseria Rivoli?

Gente vera che a spregio della propria vita ha combattuto contro la mafia, per difendere la legalità.

Oggi, quella gente coraggiosa, ha bisogno di noi.

Pur divenuti collaboratori di giustizia la Stato non ha completato il percorso di risarcimento economico previsto, facendo mancare all’incirca ottantamila euro di intervento programmato.

Oggi, il dramma di quella famiglia di contadini si materializza all’interno di questa terribile crisi economica che il Paese sta attraversando, scaricando sui più deboli problemi (all’apparenza) insormontabili. Come la impossibilità di chiedere un prestito per programmare il lavoro, per garantirsi un futuro.

Pur non gravando di ipoteche i 16 ettari di proprietà, per un ritardo nel pagamento di una rata nel 2011 di una settimana, poi regolarmente saldata, sono stati iscritti al CRIF, centrale rischi, con il risultato che nessuna Banca, neanche la Banca Etica, concede un affidamento o un piccolo prestito. Consegnandoli probabilmente nelle mani di usurai senza scrupoli, ovvero ad un fallimento. Così che a fallire saremmo anche noi, l’intera società, che plaude ai collaboratori di giustizia, per poi dimenticarsene.

E l’oblio, in un limbo disumano, è peggio di ogni altra cosa. Porta a chiederti < ho fatto bene a denunciare? O forse non era meglio pagare il pizzo e continuare a campare? >  Loro la risposta se la sono data, scegliendo di stare comunque dalla parte della legalità, anche in questi giorni.

Oggi hanno bisogno di noi.

Questo mese di maggio venti centimetri di grandine hanno cancellato la produzione di ciliegie e danneggiato seriamente la vigna. Oltre alla produzione di olio, le uniche due fonti di ricavo. In diversi stiamo cercando di affiancarli per aiutarli ad attivare, attraverso NIDI d’Impresa, un B&B che integri i magri ricavi del lavoro.

Ma serve dell’altro. Con urgenza. Servono 2.500,00 euro entro luglio per sbloccare una domanda di anticipo all’Agea di integrazione olio, necessaria per completare la pratica con la Regione, che porterebbe i finanziamenti indispensabili ai lavori. Serve un’azione sociale.

Abbiamo pensato a tre possibilità di sostegno sociale:

  • Organizzeremo presso la masseria una cena sociale a tema ogni mese a partire da giugno (27/6 tutto mare!);
  • Con 20 euro prenoti una lattina 5lt. di olio extravergine di oliva (nov. ‘14) ;
  • Con 100 euro all’anno puoi affittare un solco di terra coltivato ad orto, lungo 25 metri (60 piante), dove tu scegli quali ortaggi portare a frutto nell’arco dell’intero anno e loro li coltivano per te, alternando le piante a seconda delle stagioni e raccogliendo i frutti a maturazione, veramente biologici e solo tuoi.

 

Puoi scegliere una, ovvero tutte e tre la azioni.

 

 Palagianello, Giugno 2014                                                                                                         Grazie                                 

 

                                                   

Gli amici della “Rivoli”

                                                               Vito Antonio Loprieno

Vito Antonio Loprieno

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com